Sentiment monetizzante: Esposizione ampliata ETP

I report dei principali attori del mercato possono talvolta essere convergenti, ma spesso sono anche contraddittori. Tuttavia, con un processo decisionale informato, gli investitori privati possono creare dei sentiment vincenti sul mercato. Gli ETP su singoli titoli sono progettati appositamente per offrire una maggiore esposizione ai titoli principali, anche se spesso sono polarizzanti.

Qui esamineremo due azioni: Tesla (NASDAQ: TSLA) e Amazon (NASDAQ: AMZN) per fornire degli esempi di come il sentiment possa essere utilizzato per ottenere vantaggi significativi, utilizzando gli ETP brevi e quelli con leva. Lo studio dell’efficacia di questi titoli in relazione all’indice Nasdaq-100 (NDX) da ottobre 2017 a ottobre 2019 registra risultati molto diversi.
Mentre AMZN mostra una tendenza direzionale più ampia verso NDX rispetto a TSLA, un modo di vedere potrebbe essere che il primo sia un investimento più vantaggioso del secondo. Uno sguardo più attento, però, mostrerebbe opportunità nelle strategie basate su entrambi i titoli sottostanti.

Tesla: i misteriosi

Tesla ha delle prospettive decisamente miste sin dall’inizio delle operazioni. Nel settembre 2019, alcuni analisti hanno sottolineato che i margini lordi dell’azienda indicano una perdita imminente. Altri invece sostenevano il fatto che alla società non erano bastati circa 3.000 per raggiungere i 100.000 veicoli venduti entro la fine del trimestre e che rimanere alla pari con la performance del trimestre precedente era stato un fattore aggiuntivo nella loro prospettiva verso il ribasso dei suoi titoli. Molti altri analisti non hanno abbandonato le speranze di guadagno, mentre il resto ha adottato una strategia “stiamo a vedere”.

Dopo il completamento della Gigafactory a Shanghai (per rispondere alla domanda della Cina e dei vicini paesi asiatici) e la firma di dell’accordo con LG Chemicals per la fornitura di pacchi batteria ai veicoli ivi realizzati (una rottura rispetto alla tradizionale partnership dell’azienda con Panasonic), i titoli hanno registrato un drammatico aumento, salendo di quasi il 30% nella sola quarta settimana di ottobre 2019.

La concorrenza di Tesla

Numerose nuove aziende che cercano di ritagliarsi una nicchia nello spazio dei veicoli elettrici sono diventate pubbliche e sono salite alla ribalta da quando Tesla ha iniziato la produzione. Oltre al tanto pubblicizzato Nikola (NASDAQ: NKLA), che è stato sommerso di accuse di falsificazione dei dati da parte delle autorità di regolamentazione, una serie di società di veicoli elettrici con sede in Cina si è quotata nelle borse statunitensi per ottenere l’interesse degli investitori americani. I principali tra loro sono NIO (NYSE: NIO), Li Auto (NASDAQ: LI) e XPeng (NYSE: XPEV). La NIO è stata quotata a settembre 2018, mentre le altre due a luglio/agosto 2020.

La performance dei titoli dei produttori di veicoli elettrici dall’agosto 2020 sembra indicare che TSLA è destinata a una forte concorrenza in futuro.
Vi è un chiaro campione in termini di prestazioni: valutato il quarto trimestre del 2020, i dati sembrano indicare la NIO come il campione della storia recente. Questo di certo non risparmia le lodi, anzi: con una sostanziale stabilità dei veicoli prodotti, piani ambiziosi per una vasta rete di caricabatterie nella parte più trafficata della Cina e un ingresso trionfale nel circuito di Formula E, NIO sta passando da forte a più forte in un brevissimo periodo di tempo.

Tuttavia, un confronto a lungo termine della performance dei titoli NIO rispetto a quelli di TSLA dopo la quotazione della prima rende la situazione un po’ più chiara.
Sebbene la performance del titolo sembra avere un andamento direzionale negli ultimi anni, TSLA ha mostrato una chiara superiorità nelle prestazioni fino al quarto trimestre del 2020. Inoltre, XPeng è sotto l’occhio del sistema giudiziario negli Stati Uniti a causa di accuse di furto di proprietà intellettuale (PI) da parte di Tesla. In un contesto più ampio, le società cinesi (e i loro titoli) sono sottoposte a maggiori controlli negli Stati Uniti per via delle accuse di furto di proprietà intellettuale e devono rispondere a domande sulle strutture di proprietà, sui numeri effettivi di produzione, ecc.

Risultati degli ETP di Tesla

Un investitore che acquista un ETP basato su TSLA con un fattore di leva di 2x e lo detiene nelle prime due settimane complete del quarto trimestre 2019, ovvero per 10 giorni di negoziazione dal 4 al 15 novembre, ne potrebbe beneficiare immensamente.
L’investimento 2x potrebbe produrre un guadagno di quasi il 23%, rispetto ai guadagni dell’1% e dell’11% derivanti dalla detenzione rispettivamente di NDX e TSLA.

Come spiegato nel nostro precedente articolo,i timori sulla sopravvalutazione delle società leader hanno portato a una flessione del mercato nelle prime settimane del quarto trimestre 2020. Gli investimenti in ETP inversi per TSLA – un modo efficace per detenere una posizione corta in titoli Tesla – potrebbero produrre grossi vantaggi per l’investitore accorto.
L’investimento 1x potrebbe produrre un guadagno di quasi il 36%, rispetto a perdite di quasi il 10 e il 30% derivanti dalla detenzione rispettivamente di NDX e TSLA.

Amazon: il Leader

Amazon, la cui performance rispecchia da tempo le tendenze osservate in NDX, è stata considerata da molti analisti all’inizio del 2020 priva di spazi per crescere, a causa delle sue fondamenta poco brillanti. La caduta dei mercati azionari in seguito agli effetti della pandemia in tutto il mondo non ha certo aiutato le cose. Il titolo è crollato in linea con NDX, toccando il fondo il 23 marzo di quest’anno. Successivamente, le società leader che costituiscono NDX hanno iniziato a migliorare le proprie prestazioni man mano che l’economia globale si adattava alle condizioni attuali. Il mercato è cresciuto di quasi il 9% nella settimana successiva al 23, mentre AMZN è cresciuto solo del 2%.

Proprio in quel momento, però, è giunta la comunicazione che milioni di persone negli Stati Uniti e all’estero avrebbero dovuto rivolgersi ai mercati online per soddisfare le loro necessità essenziali come generi alimentari, cibo, articoli sanitari e medicinali in una situazione di lockdown totale, carenze nei negozi locali a causa degli acquisti frenetici, ecc. In un momento in cui le aziende tagliavano salari e posti di lavoro, AMZN ha continuato ad assumere sempre più personale, arrivando all’assunzione di 100.000 magazzinieri e addetti alle consegne.

La concorrenza di Amazon

Amazon da sola controlla una quota pari al 45% del mercato elettronico statunitense, che dovrebbe crescere fino al 50% entro il 2021. Il suo concorrente più vicino non è un sito web, ma il grande magazzino Walmart (NYSE: che ha registrato una crescita del 40% su base annua ed è il secondo sito web più visitato per le vendite online. Walmart possiede inoltre il 77% di Flipkart, il più grande rivenditore online indiano con oltre 100 milioni di utenti registrati.

eBay (NASDAQ: EBAY), che è stato il pioniere della vendita online consumer-to-consumer (C2C), si è evoluto anche in uno spazio di vendita business-to-consumer (B2C). In termini di visite ai siti web di negozi si trova al secondo posto dopo Amazon con quasi il 20% della quota di mercato.

Alibaba (NYSE: BABA) è specializzato nella vendita all’ingrosso online e ha continuato a diversificarsi in B2C, C2C e vendite di marchi multinazionali con attività distintive. Oggi, le varie attività di Alibaba rappresentano quasi il 58% di tutte le vendite al dettaglio online in Cina.

Rakuten (OTC: RKUNY) detiene quasi il 10% della quota del mercato elettronico in Giappone e sta effettuando acquisizioni in Francia, Regno Unito e Stati Uniti.

Inoltre, oggi ci sono quasi 24 milioni di negozi che vendono prodotti online, con vendite di e-commerce al dettaglio che dovrebbero raggiungere quasi $ 5 trilioni nel 2021. La concorrenza si sta specializzando sempre di più nelle categorie dei prodotti, il che fa pensare che l’eventuale ulteriore consolidamento dei mercati online possa essere un presupposto difficile.

Il confronto triennale di questi strumenti denominati in USD rivela che la concorrenza nel prossimo sarà decisamente tra due società.

Mentre EBAY dimostra un aumento delle prestazioni dallo scoppio della pandemia, le tendenze direzionali negli ultimi 3 anni sono maggiori tra AMZN e WMT. Inoltre, AMZN è chiaramente in testa al gruppo in questa categoria. Tuttavia, questo spazio è destinato a diventare ancora più interessante nel futuro con il recupero di WMT e qualsiasi altra innovazione che EBAY possa schierare.

Risultati degli ETP di Amazon

Un investitore che acquista un ETP basato su AMZN con un fattore di leva di 2x o 3x e lo detiene nelle prime due settimane complete del secondo trimestre 2020, ovvero per 10 giorni di negoziazione dal 1 al 15 aprile, ne potrebbe beneficiare immensamente.
Gli investimenti 2x e 3x potrebbero produrre un guadagno rispettivamente di quasi il 45% e il 72%, rispetto ai guadagni dell’15% e dell’21% derivanti dalla detenzione di NDX e TSLA.

Lo status di AMZN come elemento di riferimento dell’indice viene alla luce per davvero durante la prevista e attesa flessione del quarto trimestre del 2020. Gli investimenti in ETP inversi per AMZN producono dei benefici tipici che l’investitore accorto avrebbe visto nei precedenti cicli di mercato.
L’investimento -1x potrebbe produrre un guadagno di quasi l’11%, rispetto a perdite di quasi il 10% derivanti dalla detenzione di NDX e AMZN.

Per concludere

Come nel nostro articolo sulla capitalizzazione della negatività del mercato Sfruttare la negatività: Titoli tecnologici,ribadiamo che gli scenari illustrati mostrano una tendenza che si estende su diversi giorni.

Tuttavia, in pratica, non è insolito vedere una tendenza che dura solo uno o due giorni.

Punti chiave:

  1. Se le tendenze attuali per la penetrazione del mercato dei consumatori dovessero reggere, TSLA potrebbe superare di gran lunga il mercato sia nei scenari rialzisti che in quelli ribassisti. Le aziende che hanno opinioni di mercato contrastanti ma rimangono una scelta popolare tra gli investitori possono essere considerate in fase di “outsider misterioso”.
  2. AMZN è talmente integrato nel mercato che fare un investimento nell’azienda è quasi uguale all’investire nel mercato. Tali società, sebbene non siano necessariamente così entusiasmanti come TSLA, possono essere considerate in fase “leader”.

Che si tratti di outsider misteriosi o di leader, un investitore dalla comprensione intuitiva delle dinamiche del mondo reale è ben posizionato se vuole migliorare le proprie strategie utilizzando gli ETP di Leverage Shares. Quotati in tre valute, gli ETP consentono agli investitori di esprimere le proprie convinzioni attraverso la familiarità e la comodità di un conto di negoziazione di titoli.

Ricerca

Search
Generic filters
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in excerpt
Filter by Categories
Education IT
ETPs
Featured IT
Insight IT
Market Insights IT
Research IT